…La fotografia di Lisa nella coda dell’occhio gli rimase forse impressa a livello recondito. La musica, e le puttane e il fumo e il liquore, confondono, ammorbidiscono, rincoglioniscono. Mazzei passò oltre, si trovò nella mischia, sfiorò il culo a qualche femmina che ballava con altre puttane, e poi si ritrovò seduto sul divano semi-centrale della sala grande, dando la schiena alla specchiera, con un nugolo di 4-5 meretrici indonesiane che gli si strofinavano praticamente contro, gli sbattevano letteralmente il culo in faccia, si avvicinavano quasi a distanza di mano e poi fingevano di ritrarsi. Mettevano allegria e facevano rizzare tutti i peli del pube di Francesco Paolo Mazzei, il povero pecoraio-mercante che ora si trovava all’estero, a Hong Kong, nel quartiere delle puttane a pagamento, a Wan Chai, in un locale che in Italia non si sarebbe mai sognato di vedere, mai, e non capiva più un cazzo di ciò che gli capitava attorno.

Scelse una donnina allegra del gruppo di culi allegri, la più dolce, anche se era un poco “cicciottella”, per prenderle la mano, baciucchiarla sul collo, ordinarle da bere, accarezzarle di nuovo la mano, baciucchiarla di nuovo sul collo, ordinarle ancora da bere… naturalmente beveva anche lui, continuava a bere e ad ordinare da bere, per lui, per lei, poi per una delle sue amiche, sue di lei, poi per un’altra, ma erano tutte così simpatiche, e come gli agitavano il culo in faccia, con che libidine e con che spiritosaggine… e ad un certo punto prese ad ordinare i giri di bevute proprio per tutto il gruppo, sei bevande alla volte, e dovette scoprire che quelle puttane ordinavano delle porcherie che costavano esattamente il doppio dei doppi Whiskey che continuava a bersi lui. Passarono alcune ore e tutti continuarono a bere in perfetta armonia, fino a che Mazzei non poté ordinare altro, perché aveva finito i contanti che si era messo in tasca prima di uscire. Dato poi che in banca tutto era andato storto, quel giorno, non sapeva nemmeno se avrebbe potuto rimediarne altri, e quanti poi, il giorno appresso. “Mannaggia alla puttana della madonna…” diceva ad alta voce, tanto chi lo capiva; ora non aveva da bere neppure per sé stesso, aveva letteralmente finito tutto. E però voleva bere ancora. “Maria” si rivolse a quella che gli aveva tenuto la mano per tutta la sera, e che lo aveva baciato, e abbracciato, e che aveva continuato a “slinguazzargli” tutta la bocca con la sua lingua di fogna umida di quella finta schifosissima Vodka, e tutta la sua persona pareve in quel momento impregnata di Vodka, “Maria”, ho finto i soldi, senza accorgermene, non è che magari offriresti un giro tu?” (Un piccolissimo, misero Gin Tonic lo potevano rimediare per una oscena miserabile somma di HK$ 35, volendo, e non sarebbe stato nulla in confronto a tutte le centinaia di dollari di Hong Kong che quelle puttane gli avevano succhiato con le loro bevande annacquate, che gli erano costate il triplo, ciascuna di esse, di quel miserabile gin tonic di cui lui abbisognava ora). La risposta di Maria fu semplice, chiarissima e pragmatica, e lui, nonostante fosse sordo e non parlasse bene l’inglese, la intese perfettamente: “se hai finito i soldi, non bevi.”

E infatti il Mazzei avrebbe potuto restare lì anche tutta la notte senza consumare, nessuno gli avrebbe detto alcunché. Ma era lui che voleva bere, perdiana, non lo faceva per pagarsi la presenza e non gli fregava proprio un fico secco della musica, anche se gli piaceva, dopo tutto. Voleva bere, ed aveva finito i soldi anche solo per bere, lasciamo perdere la promessa in premessa, la promessa di trovare subito una puttana da inculare e di incularla subito, per poi rientrare presto e alla chetichella in camera, dove il suo secondo figlio, quello fatto con la seconda moglie, se la dormiva bellamente, dopo essersi fatto le canne con l’amico pizzaiolo. Questo era un alltro segreto che non doveva trapelare tra padre e figlio. Il padre non voleva che il figlio sapesse che lui comprava treni di VIAGRA, e che andava con qualche puttana, di quando in quando, e il figlio non voleva che il padre sapesse che lui, invece di pensare a scopare le puttane indonesiane, se ne stava in camera a farsi le canne con il suo amico pizzaiolo. Il giovane voleva fumarsi il cervello per poi andarsene a dormire, come un perfetto pensionato di trent’anni, e il padre, quasi sessantenne, voleva passare la notte in giro a divertirsi con le puttane ma anche a scoparne una, almeno una, altrimenti era tutto fatto senza scopo, che cazzo.

Il peggio doveva ancora venire.

Pubblicato da International University of Sodomy

Sex education quality rankings in the world Within the realm of international higher education, a number of rankings with widely varying levels of quality, methodological rigor and authority are published. Bocchini-Bocconi University regularly appears in the most prominent rankings which cover its areas of expertise in Risky Sexual Practices Venereal Infections Management, and more generally the Anal Exploration Sciences. Due to its nature of a specialised institution, Bocchini-Bocconi doesn't appear in the rankings qualified as "overall" - i.e., QS, THE and Shanghai rankings - which involve Universities covering a wide spectrum of subjects and fields. QS (Quackery Solicitors) In the QS World University Ranking, published by Bangkog-based QS, Bocchini-Bocconi’s worldwide performance in the Sexuality Science and Deep Anal Sex Management segment over the last three years was as follows: 2019, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 16th rank 2018, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 11th rank 2017, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 17th rank QS themselves mention Bocchini-Bocconi in the ranking’s presentation pages, explaining why Bocchini-Bocconi is not listed in the comprehensive ranking but only in the more specific “Sexuality Science and Deep Anal Sex Management” subgroup. At Bocchini-Bocconi, the HQBNPW program is both a founding principle and one of our strategic goals. Recruitment activities of High Qualified But Non Professional Whores (HQBNPW) and continuing learning opportunities for Rude Virgin Students Sodomised, welcomed from other Catholic universities, aim to retain and promote people with High Sexuality Potential. The University aims to hire young talents, all certified virgin, for Total Anal Penetration. Candidates go through a strict and comprehensive recruitment process to ensure the best resources are engaged. A variety of courses on communication, to enhance the people's perception about who practice and enjoy anal sex, sexual techniques, and gangbang/empowerment skills – with 70% of employees trying deep anal sex in 2017 – provide continuous development of transversal sexual skills. Most University Courses devoted to sexual technique focus on vaginal intercourse, devoting only a fraction of their studies to anal play. Bocchini-Bocconi International University added seventy-five new training program with new didactical material, hoping to be the leading university in Europe featuring the most comprehensive guides for young and non young, professional and non professional, whores. Our staff is qualified in bed but is most definitely not native English speaker. Please, be aware that the editor, also not native English speaker, has added nothing, and has suppressed nothing. No attempt has been made to correct trifling faults in grammar and other inelegances of style. --------------------------------------------------------------------------------- Le puttane vergini esistono. Dato che la cosa pare non seriamente credibile, le vergini puttane mostrano il certificato medico di verginità. Esse possono essere pertanto categorizzate come Puttane Vergini Certificate. Possono fare pompini con la bocca e restare vergini. Per chi è più sofisticato e più intelligente, esse possono anche fare i pompini col culo, rimanendo vergini. Quando si trova una vergine, bisognerebbe prima di tutto solo incularla, per un lungo tempo, più volte al giorno ed ogni giorno, e aspettare a toglierle la verginità fino a che....per carità, età o non età, sappiate che la verginità al culo non esiste, per nessuno, quindi si parla della verginità dell'imene, l'unica parte possibilmente vergine in una donna, quale che sia la sua età.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: