Monelleinchat e le Vergini Villane Sodomizzate danno il benvenuto al Lettore con tanto Amore

..Nella maggior parte dei casi, le incomprensioni dipendevano da questioni legate al denaro. Succedeva un po’ ovunque sulla Terra e soprattutto in Cina comunista. Ning era una puttana, Danzi lo sapeva. Il fatto che lui fosse disperato e frignone ogni volta che lei lo lasciava dipendeva da una serie di decisioni cretine tutte sue. Non che non ci si doveva innamorare di una puttana. Non c’erano delle controindicazioni particolari. Sulla pulizia della puttana e sulla sua prudenza in fatto di sesso sicuro si poteva contare oggi molto più rispetto ai tempi della Santa Inquisizione.

E perché non bisognava poter ammettere che ad una puttana fosse dato di provare dei sentimenti di amore? Una puttana non poteva innamorarsi? Danzi credeva che lei fosse innamorata di lui almeno quanto lui lo era di lei. Forse lo era o avrebbe potuto esserlo. Ma questo non contava un accidente. Il problema con una puttana, e soprattutto con una puttana di mestiere che batteva l’Hilton di Shanghai, che prendeva fino a 150/300 dollari americani a botta, era che tutte le volte che la scopavi e non la pagavi lei aveva maturato un credito nei tuoi confronti. Il credito che lei era convinta di aver maturato, aumentava dopo ogni orgasmo, dopo ogni succhiata di quei torreggianti capezzoli, dopo ogni leccata di figa pelosa e dopo ogni volta che Danzi l’aveva montata da dietro, faticando per lunghissimo tempo a venire, perché dopo mezza bottiglia di whiskey si faticava a venire, sudandole tutta la schiena e leccandole l’interno dell’orecchio per un’ora, senza che lei si lamentasse, totalmente inodore, insapore, incolore, liscio, puro, perfetto. Figuriamoci quanto poteva aumentare quel credito ideologico quando Danzi le proibiva di continuare a prostituirsi per guadagnare lì, dove con lui non avrebbe guadagnato più. Danzi era accecato dalla gelosia. Avrebbe ucciso per gelosia, avrebbe fatto qualunque altra cosa, tranne che pagare. Sarebbe bastato pagarla, come amante, non come puttana, uno stipendio relativamente “congruo”, e forse lei, in sua assenza, avrebbe mantenuto un atteggiamento di basso profilo. “Col cazzo!” Pensava Danzi. “E se la pago vuol dire che è una puttana, non che sia la mia donna!” Bella idea. Doveva provare, infruttuosamente, a farla condividere da una puttana cinese, la quale aveva problemi molto più concreti da affrontare, per mantenere genitori e famiglia.

Il fatto sta che prima o poi ti presentava il conto, anche se non volevi pagare, e la sua contabilità era sempre perfettamente aggiornata. Non sarebbe stato d’accordo su ciò il professor Giuseppe Bizzotto. Lui era un femminista, amante perduto delle puttane. Amante non specificatamente per motivi legati alle sue esigenze sessuali ma piuttosto perché era un appassionato ascoltatore delle loro lagne e dei loro piagnistei. Le ascoltava e le faceva piangere. Finita l’ora le pagava e tentava di richiamarle il giorno appresso. Normalmente, generalmente, quasi sempre, le puttane delle quali s’invaghiva e alle quali non dava tregua, appena sentivano la sua voce riattaccavano. E qui si dimostrava che una puttana era poi anche onesta. Preferiva scopare che prendere i soldi a scrocco da uno squadernato che crede alle loro storie drammatiche. La prima volta, va bene. Ormai c’era e poteva risparmiarsi di farsi baciare e montare dispensando qualche lacrimuccia, magari sentendo quanto puzzava di fumo il professore montanaro dai baffi sempiterni, che si sparava due pacchetti al giorno, e di quelle forti. “Accontentiamolo. Facciamo un poco di chiacchiere e poi, subito che lui inizia con il patetico tentativo di moralizzazione, schizziamo via come saette.” Ed esaurita l’ora, esaurite le lacrime, lasciavano il luogo del pianto per tornare in discoteca o per andarsene a casa. E però il giorno dopo lui richiamava, facendosi dare il numero da Danzi, perché a lui il numero non lo davano, col cavolo, ma le loro amiche l’avevano dato a Danzi:

“hellooo…..”
click, tu, tu, tu, tu….
il professor Bizzotto, sardo cocciuto, richiamava:
“hello,….helloooo”
click. Tu, tu, tu, tu, tu

Giuseppe Bizzotto andava avanti per un po’, poi, sardo cocciutissimo, diceva a Danzi, che per qualche triste giorno si era trovato ad essere suo compagno di viaggio:

“senti, lei fa la preziosa, qui si vede che il gioco si fa così. Perché non dici alla tua amica di chiamarla? Visto che lavorano nello stesso bordello si conoscono e sono amiche. Tu inviti a pranzo lei e le sue amiche, così vengono assieme e io riaggancio la mia preziosa…” Preziosa? 1500 Baht per sentirla piangere senza scoparla? Poi lei parlava male l’inglese, lui lo parlava ancora peggio e in più era pure sordo. Di cosa potevano aver parlato quei due un’ora, senza scopare, senza neppure spogliarsi?

Allora un pazientissimo Osvaldo Danzi si prestava alla ennesima messa in scena, di cui purtroppo conosceva l’esito in anticipo. Domandava alla sua amica puttana di chiamare l’altra puttana sua amica e sua collega. La puttanella, che aveva deciso di tornare da Danzi al mattino, dopo aver accompagnato il bimbo o la bimba a scuola, si prestò al gioco della telefonata:

“hello, ciao sono io. Che ne dici se andiamo a pranzo assieme tutti e quattro oggi? Hai da fare? E, va bene, non ci sono problemi, ti aspettiamo.””

Nel frattempo Giuseppe Bizzotto era lì che tentava di ascoltare con l’orecchio buono.

“Allora vieni?” – domandava la puttana amica di Danzi, per telefono, alla sua amica. Interveniva Bizzotto e le prendeva la cornetta per fare una sorpresa alla sua amica e farle sentire la sua voce suadente:

“Hellooooooo……”
Click. Tu, tu, tu, tu, tu, tu, tu, tu.
“Senti riprova, è caduta la linea.”

 

La storia strana – ma vera – continua….Monelleinchat e le Vergini Villane Sodomizzate Salutano il Lettore con Amore

Pubblicato da International University of Sodomy

Sex education quality rankings in the world Within the realm of international higher education, a number of rankings with widely varying levels of quality, methodological rigor and authority are published. Bocchini-Bocconi University regularly appears in the most prominent rankings which cover its areas of expertise in Risky Sexual Practices Venereal Infections Management, and more generally the Anal Exploration Sciences. Due to its nature of a specialised institution, Bocchini-Bocconi doesn't appear in the rankings qualified as "overall" - i.e., QS, THE and Shanghai rankings - which involve Universities covering a wide spectrum of subjects and fields. QS (Quackery Solicitors) In the QS World University Ranking, published by Bangkog-based QS, Bocchini-Bocconi’s worldwide performance in the Sexuality Science and Deep Anal Sex Management segment over the last three years was as follows: 2019, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 16th rank 2018, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 11th rank 2017, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 17th rank QS themselves mention Bocchini-Bocconi in the ranking’s presentation pages, explaining why Bocchini-Bocconi is not listed in the comprehensive ranking but only in the more specific “Sexuality Science and Deep Anal Sex Management” subgroup. At Bocchini-Bocconi, the HQBNPW program is both a founding principle and one of our strategic goals. Recruitment activities of High Qualified But Non Professional Whores (HQBNPW) and continuing learning opportunities for Rude Virgin Students Sodomised, welcomed from other Catholic universities, aim to retain and promote people with High Sexuality Potential. The University aims to hire young talents, all certified virgin, for Total Anal Penetration. Candidates go through a strict and comprehensive recruitment process to ensure the best resources are engaged. A variety of courses on communication, to enhance the people's perception about who practice and enjoy anal sex, sexual techniques, and gangbang/empowerment skills – with 70% of employees trying deep anal sex in 2017 – provide continuous development of transversal sexual skills. Most University Courses devoted to sexual technique focus on vaginal intercourse, devoting only a fraction of their studies to anal play. Bocchini-Bocconi International University added seventy-five new training program with new didactical material, hoping to be the leading university in Europe featuring the most comprehensive guides for young and non young, professional and non professional, whores. Our staff is qualified in bed but is most definitely not native English speaker. Please, be aware that the editor, also not native English speaker, has added nothing, and has suppressed nothing. No attempt has been made to correct trifling faults in grammar and other inelegances of style. --------------------------------------------------------------------------------- Le puttane vergini esistono. Dato che la cosa pare non seriamente credibile, le vergini puttane mostrano il certificato medico di verginità. Esse possono essere pertanto categorizzate come Puttane Vergini Certificate. Possono fare pompini con la bocca e restare vergini. Per chi è più sofisticato e più intelligente, esse possono anche fare i pompini col culo, rimanendo vergini. Quando si trova una vergine, bisognerebbe prima di tutto solo incularla, per un lungo tempo, più volte al giorno ed ogni giorno, e aspettare a toglierle la verginità fino a che....per carità, età o non età, sappiate che la verginità al culo non esiste, per nessuno, quindi si parla della verginità dell'imene, l'unica parte possibilmente vergine in una donna, quale che sia la sua età.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: