Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

(Vergini Villane Sodomizzate e Puttane Qualificate:
incontri in chat porno, con giovinette dispettose)

Racconti Erotici e Storie Strane (ma Vere)
Mia Figlia? Le ho spinto contro la mia erezione totale,
Inculare con le chat erotiche senza video e senza webcam,
La Rivista Pornografica “la meretrice e il maniscalco” di Skinner,
La cugina, non si poteva non amarla nell’atto d’incularla,
Riprovare a fare il culo alla cugina, fallito il primo tentativo,
“Madonna! CUGINO Che porco che sei! Ma che porco!”,
Orgasmi Vendicativi Spruzzati sui Capelli della Cugina,
Mia Cugina Roberta, Cavalcata sul Letto Sopra la Coperta,
Occasioni degli Arrivi, “Hai fatto buon viaggio, Cuginetta?”
Sodomizzare la cugina, vendicarsi delle prepotenze dello zio
Il prof. Benazzo ammaestrò il pavimento pelvico di sua figlia
Invito a Pranzo con Puttane non Disponibili
La più nobile delle arti umane, il sesso anale, si pratica e s’impara

(incontri in chat porno, magari!)

Dopo aver perso l’incarico che gli avrebbe valso $2,500 complessivi, per l’organizzazione di una missione conoscitiva per lo sviluppo commerciale della ditta cliente in Tailandia e nelle Filippine, il prof. Andrea Benazzo, giornalista d’inchiesta senza richiesta, dovette trovare un’altra ragione di vita, e precisamente il pavimento pelvico ed i meccanismi della continenza urinaria di sua figlia Roberta, o meglio, di quella deficiente ignorante che diceva di essere sua figlia e che si chiamava Roberta Sarrantonio. “Non prendiamoci per il culo”, gli diceva la sua compagna svizzera, la dottoressa Emanuela Vicentini, ginecologa comunista specializzata con i ditalini, che lo manteneva e gli pagava tutte le spese, fingendo di non sapere che era stato lui a spaccare i denti alle sue gatte e che, sempre lui, spendeva ogni giorno, di nascosto, almeno il corrispettivo di 33,18 franchi svizzeri (di lei) al giorno in vino, whiskey di sotto-marca e, quando ne spendeva 66,36 (sempre dei suoi, di lei), in Campari in bottiglia grande, da mischiare al vino frizzante francese, di pessima qualità.

(Vergini Villane Qualificate:
incontri in chat porno, con giovinette dispettose)

“Non prendiamoci per il culo”, gli diceva Emanuela, “con 2,500 euro quelli ti avrebbero ingaggiato per una missione conoscitiva? E l’albergo? E l’aereo? Rimborso spese a piè di lista? Un consulente internazionale li avrebbe caricati almeno 280/320 euro all’ora, non al giorno, all’ora, caro il mio Benazzo, detto coglionazzo”.

“Ma no, le spese in Tailandia e nelle Filippine non sono mica come quelle di quando vai tu in trasferta a Davos, o quando le industrie farmaceutiche ti mandano a Rio de Janeiro..”, tentava di rispondere Andrea Benazzo, “..’cazzo dici? Stronzolone, ma possibile che ti fai sempre prendere per coglione? Per quanto poco, dove vai a dormire, sotto i ponti?”

“Ne ho visti pochi di ponti nelle Filippine”
“E infatti sono sempre allagati”
“No, beh, ma ci sono anche zone urbane con i servizi e le fogne”
“E allora cosa vuoi fare, cosa pensi di fare con 2,500 dollari tutto incluso?”

Benazzo non rispose, in fondo lei aveva ragione; e poi a lui interessava andare in quei posti per altri motivi, non erano motivi che avrebbe potuto accennare proprio a lei, e ci sarebbe andato pure gratis, anzi, a spese sue, se avesse avuto in tasca una sola moneta che fosse stata sua. Lui ci voleva andare perché voleva fare batterie di puttane, tutte giovanissime, non importa se belle, alte e more, bastava che fossero giovanissime e che non fossero troppo ciccione. Se erano giovani, in quei posti di grasse ne trovavi poche, per fortuna. Non poteva trovare scuse per chiedere i 2,500 a Emanuela. Tolte le spese di viaggio si sarebbe arrangiato, per far durare il resto, circa 1800, almeno 4 settimane. Donne giovanissime, puttane, certo, che però avrebbe pagato la metà, perché lui le pizzicava fuori dai locali, quando finivano il turno, che era sempre attorno alle 2 del mattino. Un piano formidabile, dormire di giorno, vestito e con le scarpe, e sodomizzare le giovani donnine allegre la sera, cioè, la notte, cioè, la mattina, insomma, dopo la mezzanotte, due ore dopo la mezzanotte. Con 35 pesos a Manila avrebbe potuto comprare una bottiglia di Rum nazionale, da qualche negozietto di alimentari. Con quel Rum avrebbe potuto andare avanti tutta la notte, certo doveva sopportare qualche crampo alle gambe ma almeno si risparmiava il dissanguamento del bar, durante l’attesa. Tutto ciò non accadeva, non poteva accadere, sarebbe potuto accadere ma non accadde. L’ATIVIC, la ditta che lo aveva incaricato con una nota scritta, non dette più notizie di sé, ne per posta né per telefono. Che poteva fare? Prendere il treno e andare fino alla sede di Roma per sbattere i pugni sul tavolo? Non aveva nemmeno i soldi per il treno.

“Madonna, che puttana che è la madonna!”
“Ma che dici, Benazzo, coglionazzo, che ti frega? E non doveva venire a trovarti la Roberta?”

Emanuela Vicentini non era una donna intelligente e come medico non capiva un cazzo, tanto era vero che si era pure fatta vaccinare a rischio della vita sua, eppure, ogni tanto,  aveva un’idea geniale, come quella di ricordare ad un depresso Andrea Benazzo del pavimento pelvico e dei meccanismi della continenza urinaria di sua figlia Roberta, o meglio, di quella deficiente ignorante che diceva di essere sua figlia e che si chiamava Roberta Sarrantonio. 

Il pavimento pelvico e i meccanismi della continenza urinaria di sua figlia Roberta, rappresentavano da anni oggetto di studi da parte di Andrea Benazzo. La figlia fingeva di non saperlo, o forse non lo sapeva, ma ogni volta che si trovava con lui, prima o poi, ad inizio giornata e/o a fine giornata, rimanevano sempre soli, con un divano o un letto vicino, e lì succedeva di tutto. Venendo a trovarlo in Svizzera, a casa di Emanuela Vicentini, avrebbero avuto delle giornate piene; piene di sborra tra i denti per lei e piene di gioia paterna per lui, che avrebbe potuto venirle in bocca e anche nel buco del culo, alternativamente, mentre lei, Emanuela Vicentini, sarebbe stata occupata a visitare le fighe bollenti delle puttane dei bordelli di Lugano, anche quelle negre, alle quali spesso metteva il dito in culo fingendo che fosse scivolato, per vedere se rispondevano bene o male. Una su tre ci stava e la Vicentini gliela leccava, dopo i ditalini fatti in modo insistente con gli odiosissimi guanti di lattice. Peccato che la maggioranza di quelle fighe erano rasate. Su questo lei e Benazzo erano in sintonia: la figa DOVEVA essere pelosa e la figlia Roberta lo sapeva bene; prima di andare a trovare suo padre, che poi non si era mai saputo se fosse veramente il padre, ma non importava, si faceva crescere i peli lunghi e non li regolava da nessuna parte, la figa doveva essere gonfia, gonfia di peli a cespuglio, che scappassero anche fuori dalle mutandine, anzi, meglio se scappavano fuori da tutte le parti, niente di volgare, per il papà.

Era ancora attuale il giudizio espresso da Dickinson nel 1889 nel suo lavoro “Studies of the levator ani muscle: “non vi è altro muscolo del corpo la cui struttura e funzione sia altrettanto difficile da capire che il muscolo elevatore dell’ano e, riguardo al quale, vi siano altrettanto nebulose impressioni”. Dickinson non aveva capito un cazzo, come del resto non capivano un cazzo la maggioranza dei suoi colleghi del suo tempo e dei tempi moderni di Benazzo. Senza studiare medicina e senza credere alle teorie del 1889, Andrea Benazzo si era dedicato al sesso anale totale da almeno un decennio e mezzo. Centinaia di culi sodomizzati, compreso il suo e quello di sua figlia Roberta Sarrantonio, e tutti i culi erano stati ricettivi e con grande piacere. Ora, dovendo rinunciare al suo viaggio per il sud est asiatico, Andrea Benazzo doveva concentrarsi sul pavimento pelvico di sua figlia, l’unica donna relativamente giovane che poteva permettersi in Svizzera, dove una puttana, la più scarsa, gli sarebbe costata perlomeno 50 euro, da scopare in venti minuti, con preservativo e senza farsi dare nel culo.

Il pavimento pelvico ha una forma di losanga ed è delimitato anteriormente dalla sinfisi pubica, posteriormente dal coccige ed ai lati dalle tuberosità ischiatiche. Esso è formato nella donna dalle seguenti strutture anatomiche:

• diaframma pelvico
• diaframma uro-genitale
• muscoli della loggia bulbo- clitoridea
• strutture aponevrotiche di rinforzo.

Il Pavimento Pelvico era la struttura che chiudeva la parte inferiore del largo bacino di quella cretina di sua figlia Roberta. Se sapevi usare bene la spinta garbata sul centro perfetto del buco del culo, molto lubrificato con un lubricante a base d’acqua, e Andrea lo sapeva fare, tutti quei legamenti, fasce e muscoli, che insieme collaborano a sostegno, continenza, capacità di contrarsi e rilassarsi, si lasciavano ammaestrare. Andrea Benazzo, usando il suo grande cazzo, poteva ammaestrare legamenti e fasce nervose, delle quali nessuno capiva un cazzo, appunto, tranne quelli che lo infilano nel modo giusto, producendo una grandissima eccitazione morbosa, anziché arrecando dolore acuto e lancinante. Come il culo della Roberta, il suo pavimento pelvico aveva la forma di un’amaca, al di sopra della quale si trovano i visceri pelvici. La forma e la posizione, lo rendevano soggetto alle pressioni che si generano all’interno dell’addome quando questo si contrae, sentendo il grande e durissimo calore che, dall’ardente cappella di Andrea Benazzo, si diffondeva all’ampolla rettale e in tutto il resto dell’area interessata. La contrazione dell’addome avveniva in maniera automatica, ogni volta che lei spingeva il culo in direzione della pancia del padre, aprendosi e tirando, succhiando col culo, tutto ciò che trovava dentro di sé ed ogni volta che doveva compiere un movimento contrario, stringendo il buco del culo attorno al nervo bollente del suo cazzo rovente ed allontanandosi lentamente dalla pancia del padre, lentamente ma inesorabilmente, strizzandogli il cazzo col culo come se stesse cercando di mungere una mucca usando  il buco del culo. “Dove aveva imparato a fare i pompini-col-culo in quel modo?” Si domandava Benazzo, ma non aveva il coraggio di chiederglielo. Suo marito non la inculava di sicuro. Però lei aveva amiche indonesiane. Doveva averlo imparato da loro, solo loro conoscevano certi segreti che appartengono all’arte del sesso anale totale, che il genio della loro civiltà insegnava loro da quando erano fanciulle, facendole esercitare con la minzione, facendole pisciare in una direzione invece che in un’altra, per esempio, o a intermittenza, o disegnando una campana in aria, per ammaestrarle sul come usare le contrazioni dei muscoli che regolavano la vagina e il buco del culo…

(Vergini Villane Qualificate:
incontri in chat porno, con giovinette dispettose)

Orgasmi Vendicativi Spruzzati sui Capelli della Cugina,
Mia Cugina Roberta, Cavalcata sul Letto Sopra la Coperta,
Occasioni degli Arrivi, “Hai fatto buon viaggio, Cuginetta?”
Sodomizzare la cugina, vendicarsi delle prepotenze dello zio
Il prof. Benazzo ammaestrò il pavimento pelvico di sua figlia
Invito a Pranzo con Puttane non Disponibili
La più nobile delle arti umane, il sesso anale, si pratica e s’impara

Pubblicato da International University of Sodomy

Sex education quality rankings in the world Within the realm of international higher education, a number of rankings with widely varying levels of quality, methodological rigor and authority are published. Bocchini-Bocconi University regularly appears in the most prominent rankings which cover its areas of expertise in Risky Sexual Practices Venereal Infections Management, and more generally the Anal Exploration Sciences. Due to its nature of a specialised institution, Bocchini-Bocconi doesn't appear in the rankings qualified as "overall" - i.e., QS, THE and Shanghai rankings - which involve Universities covering a wide spectrum of subjects and fields. QS (Quackery Solicitors) In the QS World University Ranking, published by Bangkog-based QS, Bocchini-Bocconi’s worldwide performance in the Sexuality Science and Deep Anal Sex Management segment over the last three years was as follows: 2019, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 16th rank 2018, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 11th rank 2017, Sexuality Science and Deep Anal Sex Management, 17th rank QS themselves mention Bocchini-Bocconi in the ranking’s presentation pages, explaining why Bocchini-Bocconi is not listed in the comprehensive ranking but only in the more specific “Sexuality Science and Deep Anal Sex Management” subgroup. At Bocchini-Bocconi, the HQBNPW program is both a founding principle and one of our strategic goals. Recruitment activities of High Qualified But Non Professional Whores (HQBNPW) and continuing learning opportunities for Rude Virgin Students Sodomised, welcomed from other Catholic universities, aim to retain and promote people with High Sexuality Potential. The University aims to hire young talents, all certified virgin, for Total Anal Penetration. Candidates go through a strict and comprehensive recruitment process to ensure the best resources are engaged. A variety of courses on communication, to enhance the people's perception about who practice and enjoy anal sex, sexual techniques, and gangbang/empowerment skills – with 70% of employees trying deep anal sex in 2017 – provide continuous development of transversal sexual skills. Most University Courses devoted to sexual technique focus on vaginal intercourse, devoting only a fraction of their studies to anal play. Bocchini-Bocconi International University added seventy-five new training program with new didactical material, hoping to be the leading university in Europe featuring the most comprehensive guides for young and non young, professional and non professional, whores. Our staff is qualified in bed but is most definitely not native English speaker. Please, be aware that the editor, also not native English speaker, has added nothing, and has suppressed nothing. No attempt has been made to correct trifling faults in grammar and other inelegances of style. --------------------------------------------------------------------------------- Le puttane vergini esistono. Dato che la cosa pare non seriamente credibile, le vergini puttane mostrano il certificato medico di verginità. Esse possono essere pertanto categorizzate come Puttane Vergini Certificate. Possono fare pompini con la bocca e restare vergini. Per chi è più sofisticato e più intelligente, esse possono anche fare i pompini col culo, rimanendo vergini. Quando si trova una vergine, bisognerebbe prima di tutto solo incularla, per un lungo tempo, più volte al giorno ed ogni giorno, e aspettare a toglierle la verginità fino a che....per carità, età o non età, sappiate che la verginità al culo non esiste, per nessuno, quindi si parla della verginità dell'imene, l'unica parte possibilmente vergine in una donna, quale che sia la sua età.

Unisciti alla discussione

2 commenti

  1. Io con la mia bambina glielo metto sempre in culo, ma sua madre crede che le stia chiavando la fica cosicchè una sera mentre godevo delle viscere della mia piccola (ha quasi diciotto anni) mia moglie con lo strapon e credendola non più vergine, le ruppe l’imene. Da quella sera le scopo la fica anch’io ma sono incazzato col mondo in quanto non ho mai sverginato nessuna fanciulla

    "Mi piace"

    1. Purtroppo questa dannazione di non trovare femmine vergini, mai una fin dai primi atti giovanili, a prescindere dall’età della femmina, è condivisa da altri miliardi di maschi inferociti. Sembra proprio una maledizione, come se venissero concepite senza imene. Però è frequente l’incidente dell’adulto che fa il bagno alla bambina e con il dito spinge troppo, per sbaglio, maldestro….e quella non è più vergine nonostante sia ancora una bambina e non lo sa.

      "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: